Home Logis
Logis servizi alle imprese
Logis servizi alle imprese
Home
Annuncio Pubblicitario
 
Menu principale
Home
Chi Siamo
Contattaci
Dove Siamo
Informativa
La Struttura
Mappa del Sito
Servizi
Rss
Link di Interesse
Corsi gratis
Documenti
Link Utili
Pillole...
Gius-notizie
Altri Link
Archivio
Newsletter
Newsfeed
Notizie Flash
Tutto Gratis
Login Form





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
Top 100 Joomla
Nei cantieri la tessera d' identità PDF Stampa E-mail

LA LOTTA AL SOMMERSO SI GIOCA COL TESSERINO

Il decreto 223/2006, convertito nella legge 11 agosto 2006 n. 248, individua delle misure contro l'evasione ed il lavoro nero nei cantieri edili. Dal primo ottobre è operativo l'obbligo per il personale che opera nel cantiere di essere immediatamente riconoscibile attraverso l'esibizione di una tessera, la quale dovrà contenere foto, generalità del lavoratore e nome del datore di lavoro, sul formato della quale la legge non detta misure particolari. La disposizione è resa facoltativa per le ditte con meno di dieci dipendenti, le quali possono optare, in alternativa, per la tenuta del registro di cantiere (un registro per ciascun cantiere qualora la ditta si trovasse impegnata in più cantieri). L'obbligo del tesserino riguarda anche i lavoratori autonomi che esercitano direttamente la propria attività nei cantieri, quand'anche non operanti nel settore edile. La mancanza del tesserino potrebbe farsi ricondurre alle ipotesi di lavoro nero con l'applicazione delle nuove sanzioni previste dal decreto legge 223/2006 (da 1500 a 12000 euro per ciascun lavoratore). Tra le altre disposizioni previste per il settore edile si ricorda:

  1. L'obbligo di comunicare al Centro per l'Impiego l'assunzione del dipendente il giorno antecedente l'instaurazione del rapporto di lavoro;
  2. Sospensione dell'attività del cantiere in caso di impiego di lavoratori irregolari in misura pari o superiore al 20 % del totale dei lavoratori;
  3. Benefici contributivi riconosciuti solo nei casi di Durc regolare (riduzione dell'11,50%);
  4. Responsabilità solidale dell'appaltatore con il subappaltatore anche per l'effettuazione ed il versamento delle ritenute fiscali sui redditi di lavoro dipendente oltre che per il versamento dei contributi previdenziali e assicurativi.
Data ultimo aggiornamento 15 novembre 2006








 

Registrati gratuitamente a PayPal e comincia subito ad accettare pagamenti con carta di credito.
Google
Ultime notizie
I piu' letti
Pubblica annunci qui