Home Logis
Logis servizi alle imprese
Logis servizi alle imprese
Home
Annuncio Pubblicitario
 
Menu principale
Home
Chi Siamo
Contattaci
Dove Siamo
Informativa
La Struttura
Mappa del Sito
Servizi
Rss
Link di Interesse
Corsi gratis
Documenti
Link Utili
Pillole...
Gius-notizie
Altri Link
Archivio
Newsletter
Newsfeed
Notizie Flash
Tutto Gratis
Login Form





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
Top 100 Joomla
Mod. F24: dal 1° gennaio 2007 solo on line PDF Stampa E-mail
f 24
La legge 248/2006 stabilisce l'obbligo per i soggetti titolari di partita iva di effettuare i pagamenti fiscali e contributivi in modalita' telematica, direttamente o avvalendosi di intermediari abilitati (F24 cumulativo). L'obbligo parte dal 1 ottobre …presso i nostri uffici potrai adempiere in tutta tranquillita' a questa nuova previsione normativa.

F-24 ON LINE

Riferimenti:
  • Art. 37, comma 49, DL n. 223/2006, convertito dalla Legge n. 248/2006
  • Circolare Agenzia Entrate 4.8.2006, n. 28/E
  • Comunicato stampa Agenzia Entrate 5.9.2006
  • SOGGETTI OBBLIGATIGo To Top

    A partire dal 1 ottobre 2006, sono tenuti al pagamento telematico delle imposte, dei contributi, dei premi, e delle entrate spettanti agli enti ed alle casse previdenziali:

    1. le societ per azioni e in accomandita per azioni, le societ a responsabilit limitata, le societ cooperative e le societ di mutua assicurazione
    2. gli enti pubblici e privati diversi dalle societ che hanno per oggetto esclusivo o principale l'esercizio di attivit commerciali.

    Gli altri contribuenti titolari di partita IVA sono obbligati ad effettuare i versamenti per via telematica dal 1 gennaio 2007; tale obbligo pu essere assolto direttamente ovvero tramite intermediari abilitati al servizio telematico Entratel con le modalit esposte nel paragrafo che segue.

    "� opportuno rammentare che anche i contribuenti non titolari di partita IVA, bench� non obbligati, possono adottare le modalit� telematiche di versamento utilizzando i servizi online".

    COME SI EFFETTUANOGo To Top

    Al fine di assolvere l'obbligo di versamento telematico,l'Agenzia delle Entrate nella Circolare 4.8.2006, n. 28/E ha specificato che il soggetto interessato pu�:

    1. utilizzare il servizio "F24 online" che consente allo stesso di effettuare direttamente, tramite Internet, l'invio del mod. F24 e il pagamento di quanto dovuto senza doversi recare presso un'azienda di credito. A tal fine � necessario disporre di un c/c presso una delle banche che hanno stipulato l'apposita convenzione con l'Agenzia delle Entrate l'elenco delle banche convenzionate � disponibile sul sito , nonch� del codice Pin (pincode) attribuito dall' Agenzia delle Entrate;
    2. avvalersi di un intermediario abilitato (dottore commercialista, ragioniere, consulente del lavoro, societ� di servizi, ecc.). Quest'ultimo, per l'effettuazione dei pagamenti, deve utilizzare il servizio "F24 cumulativo"
      che consente allo stesso, dopo aver "creato" il mod. F24 tramite la procedura informatica utilizzata per la gestione della contabilit�, dichiarazioni dei redditi, paghe, ecc. di inviare telematicamente, tramite Entratel, il modello di versamento.

    Tale seconda modalit� richiede in sintesi:

    1. la stipula di una specifica convenzione tra l'intermediario e l'Agenzia delle Entrate;
    2. il conferimento all'intermediario, da parte del contribuente, dell'incarico e dell'autorizzazione a trasmettere telematicamente il mod. F24 con addebito in conto ( Fac simile lettera di incarico dell'Agenzia delle Entrate );
    3. l'autorizzazione all'intermediario, da parte del contribuente, ad utilizzare le coordinate bancarie del c/c dallo stesso comunicate per l'addebito di quanto dovuto. Tale indicazione pu� essere riportata all'interno dell'incarico sopra accennato. L'autorizzazione deve risultare in forma scritta e va conservata dall'intermediario per un periodo di 10 anni. Al fine di un corretto rapporto intermediario-cliente, pu� essere suggerita l'opportunit� di ottenere la conferma del cliente, possibilmente in forma scritta, del c/c da utilizzare per il versamento di quanto desumibile dal mod. F24, soprattutto in presenza di pi� c/c disponibili.
    "Con il Comunicato stampa 5.9.2006 l'Agenzia delle Entrate informa che � consentito effettuare i versamenti telematici anche mediante il servizio home banking(Cbi - Corporate Banking Interbancario) offerto dalle aziende di credito. Tale strumento richiede la disponibilit�, presso una banca, di un conto corrente. Home Banking consente l'utilizzo di un c/c intestato ad un soggetto diverso dal contribuente (l'intermediario potrebbe offrire una sorta di "servizio tesoreria" al cliente). A differenza del servizio F24 cumulativo, l'home banking non richiede infatti la corrispondenza tra soggetto intestatario del c/c e soggetto intestatario della delega di pagamento;"

    RICEVUTE DEI VERSAMENTIGo To Top

    Per ogni file contenente F24 trasmesso via Entratel o Fisconline, l'Agenzia fornisce, tre ricevute telematiche:

    1. la prima, di conferma di avvenuta accettazione del file da parte del sistema;
    2. la seconda, di conferma della presa in carico di ciascun versamento e della correttezza formale dei dati ad esso relativi;
    3. la terza, recante l'esito della richiesta di addebito sulla base di quanto comunicato dalle banche o da Poste Italiane S.p.A.
    " Per gli F24 che presentano un saldo pari a 0 le ricevute sono 2, la prima di conferma di avvenuta accettazione, la seconda di conferma della presa in carico del versamento."

    Con riferimento ai versamenti eseguiti tramite un intermediario abilitato, quest'ultimo � tenuto a consegnare al contribuente copia dei modelli di versamento F24 trasmessi per via telematica nonch� delle relative sopra elencate ricevute rilasciate dall'Agenzia delle Entrate. Il contribuente ricever� per posta, all'indirizzo conosciuto dall'Agenzia in base alle informazioni presenti nell'anagrafe tributaria, un estratto conto semestrale che rendiconter� tutti gli F24 presentati nel periodo, purch� andati a buon fine. Occorre inoltre far presente che le predette tre tipologie di ricevute telematiche rimangono comunque disponibili nell'apposita sezione del servizio telematico (Entratel o Fisconline) utilizzato per eseguire il versamento, e che la terza di esse costituisce quietanza dell'avvenuto pagamento.

     

    ANNULLAMENTO DEL PAGAMENTO TELEMATICOGo To Top

    L'annullamento di un pagamento telematico � consentito esclusivamente agli intermediari che abbiano utilizzato il sistema di pagamento "F24 cumulativo": l'operazione deve essere effettuata entro il quintultimo giorno lavorativo precedente la data dell'addebito indicata nel F24. Tuttavia questa possibilit� sar� implementata e sar� possibile, per l'intermediario, richiedere l'annullamento sino al penultimo giorno lavorativo antecedente la scadenza (ad esempio, se il termine per il versamento cade luned�, l'annullamento potr� essere richiesto entro il gioved� precedente).

    CASI PARTICOLARIGo To Top

    F24 predeterminati

    I contribuenti destinatari di F24 predeterminati che intendano eseguire il relativo versamento senza ulteriori integrazioni possono procedere presentando il consueto modello cartaceo ai con- sueti sportelli. I pagamenti di modelli F24 precompilati di pertinenza INPS potranno essere ancora effettuati con modalit� non telematica fino al raggiungimento di specifiche intese con l'istituto previdenziale.

    Contribuenti beneficiari di crediti agevolati fruibili esclusivamente presso gli agenti della riscossioneGo To Top

    I titolari di partita IVA che hanno diritto ad agevolazioni fiscali, nella forma di crediti d'imposta, che possono essere esercitate solo presso gli agenti della riscossione (tale tipologia � desumibile dall'elenco dei codici tributo disponibili sul sito dell'Agenzia www.agenziaentrate.gov.it) possono utilizzare il modello F24 cartaceo.

    Contribuenti impossibilitati a utilizzare conti correnti

    I contribuenti obbligati al versamento telematico ai quali fosse inibita, per cause oggettive (es. protestati, curatori fallimentari, ecc.), la possibilit� di accedere ad un proprio conto corrente bancario o postale:

    1. possono utilizzare il modello F24 cartaceo;
    2. possono rivolgersi a un intermediario che aderisce al CBI (Corporate Banking Interbancario).

    Eredi di titolari di partita IVAGo To Top

    � ammesso il versamento con modalit� non telematiche per i soli adempimenti, eseguiti dagli eredi di titolare di partita IVA, concernenti la liquidazione dell'attivit� del de cuius.

    AgricoltoriGo To Top

    Non sono assoggettati all'obbligo di versamento telematico i produttori agricoli, titolari di partita IVA, che hanno realizzato un volume di affari non superiore a euro 2.582,28 (o 7.746,85 euro se operano in comuni montani), esonerati dagli obblighi IVA ai sensi dell'articolo 34, comma 6, del D.P.R. n. 633/72.

    Cessazione di partita IVAGo To Top

    I contribuenti che avessero cessato l'attivit� e avessero chiuso la relativa partita IVA, possono eseguire i residuali versamenti di imposte, contributi e premi, relativi all'ormai cessata attivit�, con modalit� non telematiche.

    Affitto di azienda da parte di imprenditore individualeGo To Top

    In caso di affitto di unica azienda da parte di un imprenditore individuale essendo sospesa la partita IVA dello stesso, i versamenti potranno essere effettuati con F24 cartaceo.

    Sono disponibili i chiarimenti forniti direttamente dall'Agenzia delle Entrate:

    Le risposte ai quesiti (1) del 15/09/2006

    Le risposte ai quesiti (2) del 20/09/2006

    Data ultimo aggiornamento 06 gennaio 2007

     







     

    Registrati gratuitamente a PayPal e comincia subito ad accettare pagamenti con carta di credito.
    Google
    Ultime notizie
    I piu' letti
    Pubblica annunci qui